Newsletter dicembre 2014

Questa newsletter giunge a conclusione dell’anno 2014 particolarmente impegnativo per la nostra organizzazione. ( NEWSLETTER DICEMBRE 2014.pdf)

 

Il nostro lavoro è stato caratterizzato in primo luogo sulle modalità di applicazione della Direttiva U.E. 24/2011 sui diritti dei pazienti all’assistenza transfrontaliera nella medicina tradizionale ed in quella termale, nella organizzazione di Congressi in Spagna e Grecia e nella riunione del Consiglio Direttivo di OMTh eletto nell’Assemblea Generale svoltasi a Cuntis - Spagna il 14 Giugno 2014.

A questo si sono aggiunti ulteriori contatti che hanno consentito la costituzione della ALATH – Associazione Latino-Americana Termale e la firma di un protocollo di intesa con la CHSYF – Chinese Hot Spring Yangsheng Federation, associazione cinese di stabilimenti termali, medici, docenti universitari e studiosi, iniziative che hanno posto OMTh come riferimento per articolate nuove proposte in tutte le aree geografiche.

Il Consiglio Direttivo di OMTh ha tenuto la sua prima riunione a Levico Terme – Italia nei giorni 23-24 Ottobre 2014 ed ha approvato un documento conclusivo che impegna OMTh in precise ipotesi di lavoro in Europa, in particolare nei rapporti con l’U.E.,  America Latina, Cina, Nord-Africa – Marocco, Azerbaijan.

Si tratta di iniziative, forse utopiche che esigono adeguato impegno per essere realizzate e questo sarà possibile soltanto con la vostra comune collaborazione.

Un vivo ringraziamento per l’impegno profuso, con gli auguri sinceri e fervidi a tutti voi, anche a nome dei nostri Consigli, alle vostre famiglie, di un sereno Santo Natale e di un felicissimo Anno 2015.

EUROPA-ITALIA

Si è svolto a Montecatini Terme il 22.03.2014 un Convegno scientifico per illustrare le opportunità per il termalismo del Piano  Sanitario e Sociale integrato della Regione Toscana 2014-2019.  L’Ing. Gori partecipando alla Tavola rotonda ha illustrato tutte le opportunità derivanti dalla Direttiva U.E. 24/2011 sulla assistenza sanitaria transfrontaliera evidenziando il ruolo svolto da OMth e confermando la completa disponibilità per una collaborazione con la Regione Toscana per la realizzazione degli obbiettivi prioritari per uno sviluppo appropriato dell’offerta termale prevista dal  vigente Piano Regionale.

 

EUREGIO

Il gruppo di lavoro si è riunito presso la sede EURAC di Bolzano il giorno 6 Maggio 2014 per la preparazione del Convegno che per il principio di rotazione tra le tre Province di Euregio si terrà a Merano il 25 Ottobre 2014. Il tema del Convegno sarà “Concetti innovativi del termalismo”.

Lo scrivente ha voluto sottolineare la necessità di prevedere per il Convegno una

forte caratterizzazione del termalismo in Euregio nella sua peculiarità di “regione transfrontaliera” che, per quanto concerne OMTh, è di particolare rilievo e da porsi come esempio per le regioni transfrontaliere non soltanto europee.

Il Convegno di Merano si è svolto alla data prevista alla presenza degli Assessori alla Sanità delle tre Province  e le conclusioni sono state tratte dal Dott. Carlo Stefenelli , V. Presidente  OMTh.

Concorso Commissione U.E. - Abbiamo partecipato al Concorso indetto dalla Commissione Europea D.G. Employement, Social Affairs and Inclusion per la realizzazione di un video che sarà divulgato in tutta Europa per promuovere la Tessera Sanitaria ai cittadini ed alle istituzioni sanitarie. La proposta dovrà essere di facile comprensione per tutti i cittadini Europei in maniera che ognuno possa usufruire delle opportunità che la Legislazione Europea offre per quanto concerne le patologie acute e quelle croniche termali.

I colleghi Dott. Antonio Galassi  e Dott. Adelmo Corsini hanno realizzato una story board depositata il 12 Agosto 2014. 

Il filo conduttore della storia è Il Cammino di Santiago, le Vie Romee e la Via Francigena che fin dall’anno 1000 sono state percorse dai Pellegrini Europei.

E’ stato effettuato un parallelo storico fra l’antica Conchiglia di San Giacomo (quale documento del pellegrinaggio) e la moderna tessera sanitaria europea. Allora era sufficiente mostrare la conchiglia e oggi la moderna tessera sanitaria per ricevere aiuto sanitario e ospitalità ospedaliera.

Lungo le vie storiche di allora, come su quelle moderne di oggi, si trovano importanti stazioni termali come Cuntis, Vichy, Baden Baden, Levico, Montecatini, ecc. dove un tempo si dava accoglienza ai Pellegrini e dove oggi, grazie anche alla recente Legge sulla Mutuabilità Transfrontaliera, è possibile usufruire delle cure termali per i cittadini Europei.

Un concetto antico quello della Conchiglia di San Giacomo che ben si integra con quella moderna della Tessera Sanitaria per il Cittadino Europeo che possa in libera scelta o per cause contingenti curarsi in tutta Europa. Ancora non sono stati proclamati i tre vincitori.

 

XI° Giornate Mondiali del termalismo – 41° Congresso Internazionale de la  SITh – “Il termalismo nel secondo millennio” – Cuntis-Spagna – 13-14 Giugno 2014.

Il Congresso, organizzato assieme alla SITh alle Terme di Cuntis-Spagna, è stato di particolare rilievo.  Si sono svolte  relazioni e n.6 tavole rotonde con relatori provenienti da Europa e America Latina.

La partecipazione è stata particolarmente numerosa ed ha confermato l’alto interesse per incontri che uniscono informazione scientifica ed interesse professionale.

Di particolare rilievo la cerimonia svoltasi il 13 Giugno 2014 alle ore 20 della  consegna del Premio Internazionale Marcial Campos per la ricerca termale, edizione 2014 indetto da OMTh – SITh  e ISMH.

L’evento è stato presieduto dal Presidente della OMTh, Gori e dal Presidente della SITh, Campos.

Il premio è stato assegnato alla ricerca “Vetriol’s (Trentino) thermal water inhibits the negative effect of interleukin – 1B on nitric oxide production and apoptosis in human osteoarthritic chondrocyte”, effettuata da una equipe diretta dalla Dott.ssa Antonella Fioravanti.

Per la prossima edizione, anno 2016, l’ammontare del premio verrà aumentato e divulgato in tutte le  possibili espressioni scientifiche interessate.

Il giorno 14 Giugno alle ore 20 si è riunita l’Assemblea Generale di OMth che ha nominato gli organi dirigenti per il quadriennio 2014-2018.

 

GRECIA

“Prospettive del turismo-termalismo nelle diverse aree geografiche e la Direttiva Europea per la sanità” – Edipsos 9-10-11 Ottobre 2014.

L’evento congressuale è stato organizzato da OMTh e dalla Unione del Termalismo Greco, fra i relatori, di indubbio prestigio, Reinhard Petry, in rappresentanza della ESPA – Associazione Europea delle Terme. Il Presidente Gori ed il Consigliere Bernacchi hanno svolto relazioni e partecipato alla Tavola rotonda conclusiva.

L’evento ha avuto un particolare successo, erano presenti il rappresentante del Ministero del Turismo, tutte le Istituzioni locali e della Provincia  nonché un folto ed attento pubblico. Si è auspicata una sempre più stretta collaborazione con OMTh e si è auspicata una sua rappresentanza in quella città termale.

 

CONSIGLIO DIRETTIVO OMTh – LEVICO TERME – 23 Ottobre 2014

Il Consiglio Direttivo, eletto dalla Assemblea Generale del 14 Giugno 2014, si è riunito nella sede di Levico Terme il 23 Ottobre 2014 con la partecipazione dei suoi componenti provenienti dalla diverse aree geografiche, Europa, America Latina, Cina, Marocco.

Si sono delineate le linee su cui OMth è impegnata in Europa, Cina ed America Latina in maniera da esprimere un modello di termalismo che sia sempre più aderente alle attese del settore.  Il Consiglio si è in particolare soffermato sulle misure da attuare per superare le difficoltà applicative della Direttiva U.E. 24/2011 per determinare nuove provvidenze, oltre quelle esistenti, in maniera da consentire ulteriori strumenti di sostegno e sviluppo dell’intero sistema termale.

Si è approvato un protocollo di intesa con CHSYF – Chinese Hot Spring Yangsheng Federation, che apre momenti di particolare rilevanza col sistema termale di quell’immenso Paese.

Per quanto concerne l’America Latina, dove la nostra presenza è di indubbio rilievo, è stata deliberata la costituzione della ALATh, Associazione Latino Americana delle Terme, che avrà sede a Firmat – Prov. Santa Fè – Argentina – e  designato il Presidente Dott. Fabio Lazzerini – Brasile – il V.Presidente Dott. Hugo Ficosecco – Argentina – e come Direttore Lisbo Justo – Colombia.

Particolare attenzione  è stata posta ai rapporti con Azerbaijan e con il Marocco, inteso come guida dello sviluppo termale in tutta la Regione del Nord Africa.

Il Consiglio Direttivo si è soffermato sulla necessità di sviluppare la ricerca scientifica e di individuare tutte le possibili iniziative per favorirla e consentire, in stretta intesa con ISMH, Società Internazionale di Idrologia medica, ulteriori iniziative di dialogo con la comunità scientifica., essenziale per lo sviluppo del sistema termale.

Concluso l’ampio ed approfondito dibattito su proposta del Presidente, il Consiglio Direttivo ha approvato con voto unanime il documento conclusivo che precisa in forma concreta ed operativa le  linee  di lavoro per il prossimo anno.

Il documento conclusivo è stato illustrato in una conferenza stampa svoltasi il 24 Ottobre 2014 alle ore 10,30 a Trento nella Sala Aurora della Presidenza del Consiglio Prov.le della PAT, alla presenza del Presidente del Consiglio Prov.le Bruno Dorigatti che non solo ha onorato con la sua disponibilità e presenza l’incontro, ma ha voluto porgere apprezzamento per l’impegno di OMth.

In quella occasione si è proceduto alla firma del Protocollo di intesa con CHSYF – Chinese  Hot Spring Yangsheng Federation.  La stampa locale ha dato adeguato rilievo all’evento.

In sintesi si può affermare che il Consiglio Direttivo di OMTh ha indicato precise ipotesi di lavoro in Europa, America Latina, Cina, Nord Africa – Marocco, Azerbaijan, con l’obiettivo di raggiungere concreti risultati.

 

CROAZIA

Tuhelj – 9-12 Ottobre 2014 – 4° Balcan Sumerit

Era stato invitato il Presidente Gori, impossibilitato ad intervenire perché impegnato al Congresso di Edipsos – Grecia – Omth è stata rappresentata dal Consigliere Iztok Altbaner che nel suo intervento ha illustrato il ruolo di OMTh per lo sviluppo del termalismo in Croazia.

 

SLOVENIA

Radena – 23-25 Ottobre 2014 – 6° SPA-CE WORKSHOP

Si è trattato dell’unico workshop specialistico nel settore Terme-benessere termale  della regione dell’Europa centrale.

OMTh, considerata la coincidenza con la riunione del Consiglio Direttivo a Levico Terme, è stata autorevolmente rappresentata dal Consigliere Iztok Albaner.

 

BULGARIA

Velingrad – Hotel SPA Sveti Spas – 23-26 Ottobre 2014

Conferenza Nazionale Bulgara di balneologia.

OMth, considerata la coincidenza con la riunione del Consiglio Direttivo a Levico Terme, è stata rappresentata dal Presidente Onorario OMTh Zeki Karagulle, Presidente di ISMH,  che ha svolto una essenziale relazione sulla attualità della ricerca balneologica.

 

ASIA – AZERBAIJAN

OMth è impegnata a promuovere e partecipare ad una collaborazione con il sistema termale dell’Azerbaijan a seguito dei negoziati in corso tendenti a stabilire un gemellaggio fra il Comune di Levico Terme e le stazioni termali dell’Azerbaijan .

Ci siamo resi disponibili non solo a collaborare per il buon esito dei negoziati, ma ad incontrare gli operatori termali e le autorità dell’Azerbaijan che si occupano dello sviluppo termale del Paese per stabilire iniziative comuni, in particolare sotto il profilo scientifico.

 


 

AMERICA LATINA

BRASILE

L’attività di OMth in Brasile, sotto la guida del V.Presidente Fabio Lazzerini, Direttore scientifico di S.B.T. (Società Brasiliana delle Terme) è stata particolarmente intensa.

Il 14 luglio 2014 è stato firmato l’accordo di cooperazione tecnica CET-Water – (Centro di studi interdisciplinari per la promozione del progetto “acqua e salute”).

Vi partecipano, assieme ad OMTh, il Ministro Brasiliano dell’Ambiente (MMA), Agenzia Nazionale dell’Acqua (ANA), Università di Brasilia (UNB), Università Federale di Santa Caterina (UFSC), World Wildlife Fund (WWF).

Il gruppo di lavoro sta elaborando il programma per il World Water Neet che si terrà a Brasilia nel 2016.

-          In Brasile il termalismo è inserito nella CAM – Medicina alternativa complementare. Sono state inviate proposte al Ministero della Sanità concernenti il termalismo sociale e la crenoterapia.

-          OMth ha ufficialmente partecipato a Termatalia – Termas de Rio Hondo – Argentina.  Si tratta della più grande Fiera terme-benessere – ispano- latino americana che si svolge ogni anno, a rotazione, in Spagna ed in America Latina. La nostra partecipazione è stata abbinata al Gruppio Aguas de Sao Pedro e termalismo-Brasil.

Tutto questo conferma la validità della costituzione della ALAth – Associazione latino americana delle terme – disposta dal Consiglio Direttivo di OMTh.

-          Il V.Presidente Lazzerini ha partecipato il 29 Ottobre 2014 ad un incontro ad Ourense – Galizia-Spagna in cui è stata posta la candidatura di quella città termale a sede di Termatalia edizione 2016.

-          Partecipazione al seminario svoltosi a Brasilia il 20.03.2014 per la presentazione a cura dell’UNESCO del “Giorno dell’acqua”.

-          Sono iniziati i lavori di preparazione del IV° Thermal Meeting Brasil che si terrà ad Aguas de Lindoia nella Primavera 2015.

 

ORIENTE – REPUBBLICA POPOLARE DI CINA

A seguito degli incontri preliminari, svoltisi in Cina dal Consigliere Francesco Bernacchi,  si è iniziato un dialogo con le Associazioni Termali di quel Paese.

Si è stabilito un rapporto ufficiale fra CHSTA – China Hot Spring Tourism Association – e firmato un protocollo di intesa con CHSYF – Chinese Hot Spring Yangsheng Federation.

Con questi atti, che qualificano OMTh, si apre una stretta collaborazione che permetta alla Cina di sviluppare un moderno sistema termale che superi l’attuale “Turismo delle fonti termali con l’inserimento di un moderno termalismo terapeutico che dovrà tener conto dei valori della medicina cinese tradizionale. Queste iniziative consentiranno di aprire un dialogo con le più importanti strutture termali di quel Paese con rapporti e scambi di esperienze di indubbio valore.

 

ITALIA – LEVICO TERME

L’ACQUA ARSENICALE FERRUGINOSA DELLE TERME DI LEVICO

Nel periodo che andava fra la seconda metà del 1700 e la prima metà del 1800 si era sviluppata nella Mitteleuropa un’attività termale basata sulle virtù terapeutiche di diverse fonti le cui acque venivano raccolte nei serbatoi delle varie stazioni attorno alle quali venivano costruiti prestigiosi edifici dotati di ogni comfort.

Lo stabilimento termale (“Kurort”), presidiato da illustri clinici idrologi, diveniva meta di persone soprattutto benestanti che si sottoponevano alle cure idroterapiche traendone spesso notevoli benefici in termini di pieno godimento dello stato di salute: nasceva quindi, accanto al trattamento con l’acqua delle diverse patologie soprattutto dermatologiche e reumatiche, il primo embrione di quello che viene oggi definito “wellness” ovvero “stato di benessere”.

Le stazioni di Baden, Gastein ed Ischl venivano frequentate dagli Asburgo, da Mozart, Schubert e Beethoven e vennero prese a modello ideale per analoghe iniziative che sorgevano laddove esisteva la disponibilità di fonti d’acqua.

Anche Levico, che apparteneva all’epoca all’impero austro-ungarico, poteva disporre di due sorgenti che sgorgavano in alta quota, dal monte Fronte,  sulle pendici a nord della cittadina, una dalla grotta di S. Domenico, contenente dosi elevate di arsenico e ferro (acqua “forte”), l’altra dalla grotta dell’ocra, caratterizzata dalla presenza di diversi elettroliti ma scarsa di arsenico (acqua “debole”).

Nel 1800 Levico era un paese fondato essenzialmente su un’economia agricolo-silvo-pastorale. Nella seconda metà del secolo si sviluppò una gravissima crisi occupazionale che determinò un importante fenomeno di emigrazione: il numero degli abitanti si ridusse da 6250 nel 1869 a 5651 nel 1980. In questo contesto di depressione economica la scoperta delle capacità terapeutiche delle acque termali promosse lo sviluppo di un “turismo curativo” di grande interesse.

I primi medici che studiarono le applicazioni delle acque di Levico furono l’igienista  Soresina di Milano ed il Primario Medico di Milano De Cristoforis che nel 1869 osservarono alcune inspiegabili guarigioni (scabbia, artriti, reumatismi) con uso “empirico” dell’acqua sia per ingestione orale che per balneoterapia. A seguito delle loro scoperte venne realizzato nel 1804 un primo rudimentale stabilimento termale a Vetriolo, vicino alle sorgenti, con un sempre maggior utilizzo da parte dei pazienti tanto che nel 1833 si raggiunse la cifra record di 3000 bagni.

Gli ambienti medico-scientifici austriaci e mitteleuropei aumentavano la loro attenzione verso le terme levicensi tanto che nel 1857 il governo di Vienna affidava al dott. Preiss, clinico insigne,  una  ricerca sulle acque arsenicali-ferruginose che portava alle seguenti conclusioni: “Le acque arsenicali-ferruginose di Vetriolo appartengono alle più rare e sono dotate di un grande valore terapeutico”.

Sospinta dall’esito della ricerca l’imprenditoria locale si mobilita ed il giorno 11 marzo 1860  viene costituita la Società Balneare di Levico (azionisti il Comune e privati) alla quale il Comune stesso concede in concessione le fonti. Nello stesso anno la società acquista un vasto terreno ad ovest dove viene poi eretto lo stabilimento termale in un solo anno con costruzione di acquedotto in legno di pino che conduce la preziosa acqua  da Vetriolo a Levico. La società promosse anche l’imbottigliamento dell’acqua  che veniva smerciata sia in Europa che in America: si arrivò al numero strabiliante di vendita, nell’anno 1891,  di 199.200 bottiglie di acqua “forte” e 133.500 di “leggera”.

Nel 1894 l’Imperatore asburgico con proprio decreto eleva Levico al rango di “città” (Stadtgemeinde”) a riconoscimento dell’accresciuto prestigio legato allo sviluppo del termalismo e del turismo internazionale ad esso collegato. Nello stesso anno compare a Levico un finanziere ed imprenditore  prussiano, Giulio Adriano Pollacsek, con il chiaro intento di occuparsi dello sviluppo delle attività termali e della loro gestione. Dopo un anno di trattative il Comune di Levico affida la gestione dell’intero compendio termale alla società presieduta dal Pollacsek che si impegna ad un affitto annuo di 21.000 fiorini (la società locale Balneare ne versava 142!!) per un periodo di 40 anni a decorrere dal 1 gennaio 1900 con promessa di un investimento di 200.000 fiorini in 3 anni per la realizzazione di nuove prestigiose strutture alberghiere termali fra le quali l’attuale Imperial Grand Hotel con annesso parco in un’area di circa 20 ettari. L’albergo ed il parco sarebbero stati collegati attraverso un maestoso viale alberato di faggi con la stazione della neo-costruita ferrovia della Valsugana che costituiva il nuovo collegamento fra la Mitteleuropa e l’Adriatico.

Le vicende del ventesimo secolo avrebbero portato ad una attività termale molto importante, pur fra alterne vicende caratterizzate anche dai due eventi bellici della prima metà del secolo, transitata per alcuni decenni ad una gestione pubblica da parte della Provincia Autonoma di Trento sino all’attuale gestione privata stabilita da apposita legge provinciale.

La peculiarità terapeutica dell’acqua forte sembra essere legata prevalentemente all’arsenico ed alla sua azione antiossidante ed antiflogistica; il ferro esplica un’azione terapeutica solo sulle anemie sideropeniche. L’impiego per somministrazione orale, un tempo assai florido, è stato di fatto eliminato anche in seguito alle normative che stabiliscono una soglia invalicabile di contenuto in arsenico per uso idropinico.

L’arsenico, sostanza tossica se somministrata ad alte dosi e per lunghi periodi di tempo, determina, a dosaggi contenuti (“farmacologici”), un’azione frenate sui processi ossidativi esplicando in particolare un potente effetto antiinfiammatorio. L’azione sulle citocromo-ossidasi sposta il metabolismo verso una direzione anabolizzante: per questo motivo le acque di Levico esplicavano un effetto formidabile nella cura dell’ipertiroidismo (malattia di Basedow) attraverso un’azione antagonizzante rispetto all’ormone prodotto dalla tiroide.

Studi condotti sulle acque di Levico hanno documentato una efficacia clinica mediante la somministrazione dell’acqua arsenicale - ferruginosa nelle varie modalità (balneoterapia, aerosol, irrigazioni, fangoterapia) in diverse patologie come i disturbi d’ansia, soprattutto sulla componente eretistica  per l’effetto sedativo sul sistema nervoso, le patologie reumatiche, dermatologiche, otorinolaringoiatriche, ginecologiche per la potente azione antiflogistica per applicazione diretta, nelle varie forme, dell’acqua arsenicale sulle diverse mucose e sulla cute.

In tempi recenti, su iniziativa del comitato scientifico delle Terme di Levico e Vetriolo, sono stati compiuti numerosi lavori pubblicati su riviste internazionali “impact factor” a testimonianza dell’efficacia delle acque nelle diverse patologie.

Di particolare interesse gli studi compiuti alcuni anni fa da una equipe di neuropsichiatri dell’Università di Pisa (Pfanner, Masi et al.) che hanno documentato l’efficacia della balneoterapia con acqua forte sulle sindromi ansiose.

In campo dermatologico l’equipe della cattedra di Dermatologia dell’Università di Pavia, diretta da G. Borroni, ha documentato, con esami istologici condotti prima e dopo la balneoterapia con acqua di Levico-Vetriolo, l’efficacia del trattamento termale sulla psoriasi di entità lieve-media (International Journal of Immunophatology and Pharmacology).

L’equipe della Cattedra di Otorinolaringoiatria dell’Università di Padova, diretta da  A. Staffieri,  ha pubblicato alcuni lavori di fondamentale importanza sugli effetti benefici dell’acqua arsenicale di Levico somministrata mediante irrigazioni nasali o aerosol: se ne è dimostrata l’efficacia nelle riniti croniche e dei fumatori (American Journal of Otolaryngogy), nelle rinosinusiti in relazione ad una riduzione della resistenza respiratoria nasale e ad un incremento della clearance mucociliare (Acta Otolaryngologica) e nella guarigione delle ferite successive a chirurgia endoscopica per rinosinusiti croniche (American Journal of Otolaryngogy).

Di grande interesse le pubblicazioni in campo reumatologico, condotte dall’equipe della unità operativa di reumatologia dell’Università di Siena e coordinate da A. Fioravanti, che hanno documentato l’efficacia dell’acqua arsenicale di Levico sulla osteoartrite del ginocchio (Rheumatol Int) e la capacità della stessa acqua arsenicale di inibire gli effetti negativi dell’interleukina-1b sulla produzione dell’ossido nitrico e sull’apoptosi cellulare, mediante lo studio sui condrociti umani nei pazienti con osteoartrite (Journal of Biological Regulators&Homeostatic Agents).

L’acqua arsenicale ferruginosa che sgorga dalle fonti di Vetriolo si è quindi affermata nel corso degli anni, dal diciannovesimo secolo sino ad oggi, come importante presidio terapeutico grazie alla sua potente azione antiinfiammatoria ed antiossidante alla quale ricorrono un sempre crescente numero di pazienti provenienti da tutte le ragioni d’Italia e da numerosi paesi europei.

Carlo Stefenelli – vice Presidente OMTh

BALCANI

SLOVENIA - CROAZIA                                                                                                                                                                                                                   

  

Fonti naturali e stabilimenti termali in Slovenia

Nell’ultimo secolo, i centri di cura naturale sorti in località ricche di fonti minerali e termali si sono caratterizzati come i fornitori di trattamenti di riabilitazione ai pazienti che hanno subito interventi chirurgici e a pazienti che soffrono di malattie croniche. Oltre all’utilizzo dei rimedi naturali, per i pazienti sono disponibili terapie di riabilitazione medica, ergoterapia e fisioterapia. Gli effetti curativi naturali delle acque termali, grazie alla particolare azione lenitiva ottenuta dalla combinazione del clima marittimo e montano con aerosol, acqua di mare e fango delle saline, fanghi curativi e torba, sono le risorse terapeutiche con cui la Slovenia è stata benedetta dalla natura e che costituiscono la base dell’attività dei 15 stabilimenti termali e centri benessere del Paese. In Slovenia i centri benessere e i centri termali medici offrono sia cure preventive sia terapie riabilitative mediante l’impiego supplementare di rimedi naturali. Proprio l’uso dei rimedi naturali ha consentito ai centri termali di specializzarsi in cure mediche specifiche per determinate patologie, disturbi e disabilità.

 

SALONE DEL TURISMO TERMALE E DEL BENESSERE IN EUROPA CENTRALE 23 - 25 Ottobre 2014, RADENCI, SLOVENIA

L’Associazione termale slovena è il promotore del Salone del turismo termale SPA-CE trade show (www.spa-ce.si), che ospita non solo esponenti dei centri termali naturali sloveni ma anche rappresentanti di stabilimenti termali, centri benessere e fornitori di programmi medici e di programmi salute di altri Paesi dell’Europa Centrale. Il Salone SPA-CE si propone come luogo d’incontro fra i principali fornitori di servizi termali e benessere europei con tour operator, agenzie turistiche, rappresentanti di società assicurative e altri potenziali acquirenti dei loro servizi. L’obiettivo degli organizzatori è di trasformare il salone in un luogo in cui incontrarsi, scambiarsi idee e offrire opportunità di nuovi legami tra i suoi partecipanti nella più ampia regione dell’Europa Centrale! Quest’anno, uno dei principali obiettivi era anche quello di attirare società assicurative private dalla Germania, per contribuire ad un migliore approccio alla Direttiva UE 24/2011, che consente ai cittadini UE di scegliere liberamente la località termale più adatta alle loro esigenze. A tale scopo, a fine novembre è stato anche organizzato un tour di studio per alcuni medici tedeschi.

CROAZIA

In Croazia presso il centro termale Terme Tuhelj, dal 9 al 12 ottobre 2014 si è tenuta la IV edizione del maggior evento professionale del settore termale e benessere, il Balkan Spa Summit, cui hanno partecipato rappresentanti di tutti i Paesi della regione dei Balcani. Maggiori informazioni sull’evento e sul suo obiettivo principale sono disponibili al link: http://www.balkanspasummit.org/about-bss/.

 La regione dei Balcani è ricca di fonti di acque minerali termali che, insieme ad altri fattori, quali clima favorevole, foreste, coste e meraviglie naturali e storiche, sono essenziali per lo sviluppo del settore termale. I Balcani vantano una grande tradizione nell’utilizzo di queste risorse naturali come rimedio per preservare la salute e il benessere individuali.

Grazie alla nostra collaborazione comune, quattro anni fa, in Bulgaria, abbiamo organizzato la prima edizione del Balkan Spa Summit, proseguito in Turchia e Serbia e quest’anno la tradizione continua con la Croazia. Siamo tutti concordi nell’affermare che il settore termale è estremamente promettente in tutti i Paesi dell’area balcanica se riusciremo a combinare - in modo innovativo - la tradizione e la cultura termale caratteristiche dei nostri Paesi con le tendenze e i concetti moderni del mondo termale attuale.

Grande apprezzamento è stato fatto agli organizzatori, all’Associazione Benessere e Fitness della Croazia (WUH), guidata da Marko Jurakić, anche in una lettera inviata dal Presidente della Croazia.

Iztok Altbauer 

Direttore

Associazione Terme Slovene

Consigliere OMTh 

Eletto il nuovo consiglio direttivo di OMTh: la Presidenza passa da Ennio Gori a Carlo Stefenelli

Questa newsletter vuole esporre eventi significativi che caratterizzano questo periodo nelle diverse aree geografiche.

convegno LEVICO 2017 1

ORGANIZZAZIONE MONDIALE DEL TERMALISMO
WORLD HYDROTHERMAL ORGANIZATION
Palazzo Terme - via Vittorio Emanuele - 38056 Levico Terme (TN) - Italy
Tel. +39 0461 727700 - Fax +39 0461 727799
e-mail: info@omth.com
C.F. IT 01846730222
 

Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti, necessari per la fruizione del servizio.

Leggi l'informativa